Dacia Spring 2026: specifiche, prezzo, data di uscita

La Dacia Spring si trova sulla piattaforma CMF-AEV e dovrebbe continuare a farlo nella seconda generazione. Alla conferenza digitale dell’Alleanza del 27 gennaio 2022, Luca de Meo, CEO del Gruppo Renault, ha affermato che “CMF-AEV è la piattaforma più conveniente al mondo”. CMF-AEV è una versione modificata di CMF-A originariamente sviluppata dal Gruppo Renault per i modelli ICE del segmento A nei mercati emergenti.


Sebbene la primavera sia uscita l’anno scorso, la piattaforma ha quasi sette anni da quando è stata lanciata sul Renault Kwid ha debuttato. Nel 2019 è stato lanciato come veicolo elettrico in Cina (Renault City K-ZE), rinominato come prodotto Dacia per il mercato europeo.

Mentre i concorrenti stanno prendendo in considerazione la chimica LFP per posizioni entry-level, la Spring di nuova generazione dovrebbe rimanere con il pacco batteria agli ioni di litio. Il modello attuale utilizza una batteria standard da 27,4 kWh che offre un’autonomia di 230 km (143 miglia). Tuttavia, la primavera di nuova generazione potrebbe almeno opzionalmente venire con una batteria più efficiente e più grande, offrendo un’autonomia di quasi 300 km (186 miglia).

Il tempo di ricarica rapida 0-80% CC del SoC potrebbe essere inferiore a 30 minuti, il che rappresenterebbe un miglioramento significativo rispetto ai 56 minuti del modello attuale. Altri aggiornamenti che ci aspettiamo di vedere nella city car includono un caricabatterie di bordo trifase da 11 kW e un’accelerazione più rapida di 100 km/h (0-62 mph). Caratteristiche come sedili riscaldati e climatizzatore automatico sarebbero i benvenuti, anche se sono opzionali.



✓ Puoi anche controllare:

Una maggiore attenzione sarebbe sulla sicurezza, che è una delle principali preoccupazioni nei mercati dell’UE e nel Regno Unito. La prima generazione di Spring ha ricevuto una valutazione di sicurezza di 1 stella scarsa da Euro NCAP. jogger Il capo del prodotto Andreea Guinea aveva precedentemente affermato che Dacia “non sta inseguendo le stelle dell’Euro NCAP” e specificando eccessivamente le sue auto, il che potrebbe avere un impatto sul suo USP chiave: l’accessibilità. Tuttavia, dovrebbe utilizzare un corpo più robusto per una migliore protezione del conducente e dei passeggeri. A titolo di riferimento, l’attuale primavera ha ottenuto il 49% nella protezione degli occupanti adulti, il 56% nella protezione dei bambini, il 39% nella protezione degli utenti della strada vulnerabili e il 32% nell’assistenza alla sicurezza.


L’Europa sta attualmente acquistando la Dacia Spring dalla Cina. Se avrà successo entro la metà del decennio, il gruppo Renault potrebbe considerare di spostare la produzione in uno stabilimento europeo. I tre stabilimenti di Renault ElectriCity in Francia (Douai, Maubeuge e Ruitz) offriranno una capacità produttiva annua di 400.000 veicoli elettrici. Dacia ha stabilimenti in Romania e Marocco (Africa), ma nessuna di queste strutture dispone delle attrezzature per produrre un veicolo CMF-A.