Dacia Duster 2024: specifiche, prezzo, data di uscita

il Dacia Spolverino la prossima generazione sostituirà l’attuale SUV prima della maggior parte dei modelli Dacia. Il ciclo di vita tipico di un modello Dacia è di otto anni, ma il Duster di nuova generazione potrebbe sostituire il modello attuale in circa sette anni, a metà del 2024, e implementare molte modifiche.


brutta copia

Il direttore del programma della seconda generazione di Dacia Duster Julien Ferry che il prossimo SUV dovrebbe essere “la stessa” auto, indicando l’alta probabilità di un design familiare e mantenendo un ottimo rapporto qualità-prezzo. I clienti Duster si aspettano un’auto di base con capacità fuoristrada e soddisfare tali esigenze nella terza generazione sarà una priorità.

La Dacia Duster è nota per il suo design semplice ma potente con autentiche proporzioni da SUV. Questo è un aspetto da cui non si discosterà in futuro, ma diventerebbe più impegnativo con il passaggio alla piattaforma CMF-B. Si noti che stiamo parlando della piattaforma a basso costo CMF-B LS (Low Specification) utilizzata nelle nuove linee di veicoli logan , Sandero e jogger si usa.

La Dacia Bigster Concept presentata a gennaio 2021 intende costituire la base progettuale per la prossima generazione di Duster. Nel maggio 2021, Autofacil ha rilasciato immagini di brevetti che avrebbero fatto trapelare il design esterno della Dacia Bigster di produzione. Le immagini del brevetto mostrano sottili modifiche al paraurti, al cofano, ai parafanghi, agli specchietti, ai finestrini laterali e agli spoiler. Tuttavia, l’impressione generale si avvicina molto al concetto. Nello stesso mese, la produzione totale di Dacia Duster a Mioveni, in Romania, ha raggiunto i due milioni di unità. Dacia ha iniziato a produrre il Duster in questo stabilimento nel 2010 nella prima generazione e dovrebbe continuare la produzione nella terza generazione.


Nonostante sia un SUV di ritorno alle origini, la Dacia Duster di nuova generazione del 2024 dovrebbe essere “essenziale ma alla moda”, “dura e all’aria aperta” ed “eco-intelligente”, poiché questi sono i pilastri del marchio Dacia. Miles Nürnberger, il nuovo capo del design dell’azienda, a Top Gear.

✓ Puoi anche controllare:


Interno

Dacia ha molto spazio per crescere quando si tratta di interior design e materiali, ha detto Miles, e quindi il Duster di nuova generazione dovrebbe essere ulteriormente raffinato e contemporaneo all’interno. Ad esempio, potrebbe presentare un cruscotto più sottile con una trama intricata simile a quella dei modelli Sandero di terza generazione. Allo stesso modo, un sistema di infotainment touchscreen mobile probabilmente migliorerà sia lo stile che la praticità creando al contempo vani portaoggetti aggiuntivi nella pila centrale. Un freno di stazionamento elettrico, connettività wireless per Apple CarPlay e Android Auto, un pad di ricarica wireless per smartphone e funzioni per auto connesse sono tra le altre caratteristiche chiave attese dalla Dacia Duster top di gamma 2024.


Nonostante l’aumento dei costi per soddisfare le nuove normative e le aspettative dei clienti nelle specifiche dei prodotti, Dacia dovrebbe mantenere i prezzi inferiori del 20% rispetto al resto del mercato posizionato nello stesso segmento.


Piattaforma e gruppo propulsore

La terza generazione della Dacia Duster 2024 sarà un passo avanti per la targa, che nella sua attuale generazione ha le sue radici nella piattaforma B0 e in alcuni componenti dell’inventario Renault utilizzati nel 1998. Come il nuovo Sandero, il Duster passerà alla moderna piattaforma CMF-B, che soddisferà le norme europee sui crash test e consentirà una variante Dacia Duster Hybrid pianificata in previsione delle future normative sulle emissioni.

Secondo un rapporto dell’agosto 2021 della pubblicazione francese L’argus, la Dacia Duster di nuova generazione sarà dotata dello stesso sistema che alimenta la cli e alimenta il Captur (chiamato E-Tech). Il nuovo motore da 1,8 litri, nome in codice internamente HR18, è un ulteriore sviluppo dell’attuale motore da 1,6 litri.

Secondo il rapporto, il 1.6L originariamente prevedeva l’uso del ciclo Atkinson per la potenza del motore, ma ciò ridurrebbe la potenza del motore a favore dell’efficienza del carburante e l’idea fu scartata. La maggiore cilindrata dell’HR18 da 1,8 litri potrebbe consentire il passaggio al ciclo Atkinson senza perdita di prestazioni, afferma il rapporto.

Le varianti ibride e ibride plug-in della Dacia Duster sono previste per il 2024 e anche la Bigster, prevista per l’inizio del 2025, utilizzerà questo propulsore. Denis Le Vot, EVP e CEO di Dacia, ha dichiarato a L’Argus nel gennaio 2021 che “i veicoli più pesanti dell’azienda avranno anche un sistema ibrido plug-in”. Quindi, mentre sarà elettrificato per renderlo ecologico, l’azienda garantirà che rimanga robusto e potente per gestire terreni regolari senza bruciare un buco nel portafoglio del cliente.

Dacia Duster EV dovrebbe apparire nel prossimo decennio

Mentre il Groupe Renault è sull’offensiva dei veicoli elettrici, non è ancora sicuro se tutti i marchi diventeranno elettrici al 100%. L’azienda presume che l’elettrificazione del marchio economico Dacia progredirà solo lentamente. Gilles Le Borgne, EVP Engineering, Gruppo Renault, ha dichiarato al Salone di Monaco 2021 (IAA 2021) che l’Unione Europea non dovrebbe vietare le auto a benzina e diesel, compresi i modelli semielettrici, dal 2035, secondo un rapporto Autocar. Il 2040 è un obiettivo più pratico, ha affermato.

Le Borgne ha affermato che Renault prevede che la quota di veicoli elettrici nelle vendite di Dacia raggiungerà circa il 10% entro il 2030. Ciò significherebbe che in questo decennio verranno lanciati meno veicoli elettrici Dacia rispetto a Renault o Alpine. Di conseguenza, una Dacia Duster EV non farà parte della famiglia Duster di terza generazione. Secondo quanto riferito, Luca de Meo, CEO del Groupe Renault, prevede che il marchio Dacia diventerà completamente elettrico “all’ultimo momento possibile” per mantenere la sua struttura dei prezzi.