Renault Kadjar 2022: specifiche, prezzo, data di uscita

Lo sviluppo della seconda generazione della Renault Kadjar 2022 sta per concludersi. Il SUV compatto di Renault sta subendo un importante restyling, con il chiaro obiettivo di abbinare la Peugeot 3008 e la Nissan Qashqai , due dei benchmark della categoria. Scopri le chiavi del nuovo Kadjar mentre diamo un’occhiata a come apparirà il suo design attraverso i modelli.

Renault è coinvolta in numerosi progetti. Tra questi non c’è né più né meno che il cambio generazionale del suo SUV compatto. La seconda generazione di Renault Kadjar sarà presto realtà. Il processo di sviluppo è a buon punto e si avvicina già allo sprint finale. Il marchio francese, consapevole dell’importanza del segmento C-SUV, ha quindi deciso di rischiare di più con il suo modello per poter aggredire i benchmark della categoria.


In questi mesi abbiamo avuto diverse occasioni per avvicinarci allo sviluppo del nuovo Kadjar 2022 attraverso gli avvincenti avvistamenti di prototipi. Ora che il progetto sta entrando nella sua fase finale, è il momento ideale per raccogliere tutte le informazioni e rivedere le chiavi principali della nuova generazione che è già all’orizzonte.

Un importante restyling per la Renault Kadjar 2022

Il Kadjar è in fase di completa ristrutturazione. Design esterno, cabina, motori, equipaggiamento tecnico, ecc. Sulla base delle ultime foto spia scattate dai nostri fotografi e dei vari report disponibili, sono state realizzate le repliche che illustrano questo articolo e ci permettono di scoprire come sarà la nuova Kadjar.


Rispetto al modello che troviamo ancora presso i nostri rivenditori, le differenze sono notevoli. Il Kadjar 2 adotterà il nuovo linguaggio di design di Renault. Una filosofia progettuale che lascia forme morbide per ricorrere al contrario. Linee rette, superfici spigolose e, in breve, tratti molto distintivi per mostrare la tua personalità.

Renault è determinata ad attaccare frontalmente la Peugeot 3008 e la Nissan Qashqai, due delle grandi referenze che si contendono la leadership del segmento dei SUV compatti. È conosciuto internamente dal codice “HHN”. Presenterà un frontale dove la calandra sarà protagonista. Una griglia che si collega direttamente ai gruppi ottici a forma di lettera C. Il paraurti mostrerà grandi prese d’aria.


Al posteriore, le nuove luci posteriori sono disposte orizzontalmente e allungate per rafforzare la sensazione di larghezza. Anche il cordolo rialzato, insieme alle forme del tetto e dei passaruota, sono elementi chiave per un insieme di grande interesse. La nuova Renault Mégane E-Tech Electric, l’auto elettrica tanto attesa di Renault, ha un grande impatto sul processo di progettazione.

Nuovi interni Renault Kadjar

Al di fuori dell’esterno, se avessimo l’opportunità di entrare nel nuovo Kadjar, ci troveremmo rapidamente in un ambiente tecnologico. Farà un grande salto in termini di connettività e automazione, beneficiando degli ultimi progressi del Gruppo Renault in questi settori. Integra il nuovo sistema di infotainment che consente l’utilizzo di tutti i tipi di servizi digitali. Sia il quadro strumenti digitale che il display del sistema multimediale costituiscono un unico elemento chiave in modo che il guidatore si senta circondato da un ambiente digitale.


Una scommessa senza compromessi sull’elettrificazione

Per quanto riguarda la parte meccanica del nuovo Kadjar, come abbiamo già accennato nelle release precedenti, la scommessa è sull’elettrificazione senza scuse. Il modello attuale è disponibile solo con motori a benzina convenzionali. Questo cambierà drasticamente. Una delle grandi novità sarà l’apparizione del nuovo motore Renault TCe da 1,2 litri. Un blocco rilasciato nella nuova generazione di Kadjar.

Questo nuovo motore sarà la chiave per i futuri ibridi Renault. Non ci saranno motori diesel. Tutto ruota intorno alla benzina. Tuttavia, saranno disponibili motori ibridi leggeri da 48 volt (MHEV) e varianti ibride. La tecnologia E-Tech sarà al centro della scena e il motore 1.2 TCe di nuova concezione sarà la chiave. Viene offerto anche un motore ibrido leggero da 1,3 litri TCe a 12 volt.

Protagonista principale sarà la trazione anteriore, ma ci sarà spazio anche per i modelli 4×4. Sarà inoltre possibile scegliere tra un cambio manuale e un cambio automatico.

✓ Puoi anche controllare:

La nuova Renault Kadjar darà vita a una famiglia di modelli

I piani di Renault per la nuova Kadjar vanno ben oltre un semplice cambio generazionale. L’obiettivo è creare una vera “famiglia Kadjar”. Ci sarà un modello esteso, una specie di Grand Kadjar che viene fornito con il Peugeot 5008 gareggerà, oltre a una variante coupé SUV, per attirare l’attenzione del pubblico alla ricerca di un’immagine più sportiva e dinamica.

Mancano ancora pochi mesi al debutto del nuovo Kadjar. Inoltre, dovremo aspettare fino al prossimo anno 2022 per vedere le prime unità nelle nostre concessionarie. Seguiremo da vicino ogni novità relativa a questo importantissimo progetto. Ed è che il segmento C-SUV riassume buona parte delle vendite di auto in Europa.


Renault porta uno stile più dinamico alla Renault Kadjar 2022 vs 2021

Per riconquistare un posto più adatto, chiunque sarà ora l’outsider in Francia deve fare meglio dentro e fuori.

Il Kadjar 2 evolverà quindi il suo stile attuale. Senza essere una rivoluzione, perché Renault sta scommettendo sulla continuità del design, utilizzerà gli stilemi più recenti, visti in particolare sulla show car Mégane, sia all’anteriore con le luci diurne sotto i fari che lì. con una fascia leggera che si estende su tutta la larghezza del veicolo.

D’altra parte, il Kadjar 2 meriterà una rivoluzione interna che darà il posto d’onore agli schermi poiché abbiamo potuto vedere le prime immagini della futura Mégane e che prenderà la forma che abbiamo potuto vedere su il concept Morphoz nel 2020, soprattutto a livello della consolle centrale.

Se l’attuale Kadjar dà la priorità al comfort come fa il suo cugino giapponese Nissan Qashqai, è significativamente meno dinamico rispetto al 3008 o al nuovo Arkana. Anche qui una storia della filosofia. E l’acquirente è spesso l’autista che deve avere il suo ego pompato per ottenere l’assegno firmato.

La Kadjar, nel 2021, rimane nonostante tutto un ottimo veicolo su cui possiamo ottenere buoni sconti date le sue attuali cattive condizioni e la sua quasi fine vita.

Quale versione dei nuovi modelli renault 2022 scegliere?

Domanda divertente, vero? In realtà non così tanto.

Per fare spazio alla Scénic, Renault aveva deciso di offrire la sua Kadjar solo in 5 località, a differenza dei suoi concorrenti. Con la scomparsa delle compatte monovolume (come quelle di Space) non più riuscite, la Kadjar avrà diritto a molto di più di quella attuale.

5 o 7 posti

Quindi il futuro SUV dovrebbe offrire tre carrozzerie, su 5 e 7 posti. Così, accanto al classico Kadjar a 5 posti, troviamo una versione estesa che offre 7 posti reali, proprio come già fa il suo concorrente francese.

increspato

Oltre alle due versioni precedenti, la gamma si completa con una nuova versione “coupé” che compete direttamente con… l’Arkana, veicolo più dinamico e sportivo.

Con un unico veicolo disponibile in diverse versioni, che avanzerà alla classe di lusso, la Renault sostituirà sia l’attuale Kadjar che la Scénic e forse farà riparare anche alcuni clienti della Koléos.

Nuovi motori ibridi ma niente diesel sulla futura Renault Kadjar

Alla fine della sua vita, l’attuale Kadjar non ha diritto alle unità ibride. Per la sua sostituzione, la situazione sarà molto diversa in quanto verrà introdotta una nuova generazione di motori E-TECH.

Alliance sostiene che tecnicamente la nuova Kadjar sarà sempre basata sulla stessa architettura della Nissan Qashqai, ovvero la piattaforma CMF nella sua versione C/D (comune per il segmento C), ma questa volta il marchio Diamond ha avuto il tempo necessario per girare in una vera Renault.

Se l’attuale generazione E-TECH si basa su un’originale Nissan 1.6 bar, la generazione futura utilizzerà un nuovo motore Renault, un 3 cilindri da 1.2 litri (nome in codice HR12) collegato ad una frizione a denti (DB45). Mentre la Renault doveva adottare la tecnologia ibrida di Mitsubishi, la casa automobilistica ha cambiato idea e utilizzerà la sua tecnologia. Ufficialmente, la tecnologia di Mitsubishi non soddisferebbe gli standard futuri.

Riducendo la cilindrata, Renault spera di continuare ad aumentare i consumi e quindi le emissioni di CO2. E come bonus, il motore guadagna potenza poiché si dice che sia offerto in 200 CV. e anche in 280 CV. in versione ricaricabile e a trazione integrale (facilita la trasmissione di potenza e coppia) grazie alla potenza di un secondo motore sulle ruote posteriori, trasformandolo in trazione integrale.

Da notare che nonostante questa prestazione sarà il primo modello limitato a 180 km/h, annuncio di Luca De Meo che ha fatto molto rumore, più di quanto immaginasse, parlando giovedì 6.

Se il motore da 200 CV. dovrebbe essere offerto non appena verrà lanciato nel 2022, anche se dovrai aspettare fino al 2024 per rendere disponibile la versione da 280 CV.

Accanto a questo nuovo motore, il Kadjar offrirà il blocco 1.3 TCe nelle versioni da 140 e 160 CV. dotato di micro-ibridazione, con cambio manuale o automatico… Nissan Original CVT. La trasmissione a doppia frizione EDC non sembra essere inclusa in questo blocco.

E non sorprende che non sia prevista alcuna offerta diesel. Non necessariamente una buona cosa, sapere che c’è ancora chiaramente un pubblico per questo tipo di offerta. La prova di ciò è con le vendite di 208 diesel quando il cli bisogna farne a meno…

Una produzione che resta in Spagna

Come l’attuale generazione, anche la futura Kadjar sarà prodotta in Spagna nello stabilimento di Palencia. E non sarà tutto, perché come abbiamo già svelato, in Spagna è prevista anche l’intera parte ibrida: a Siviglia sarà prodotto il cambio dedicato al blocco E-ETCH, mentre ora è dedicato il futuro motore E-TECH HR12 alla pianta di Valladolid.

Il futuro Kadjar previsto per il 2022

Questa nuova Kadjar sarà svelata al pubblico nella primavera del 2022, dovrebbe essere messa in vendita durante il salone dell’auto – se si svolgerà – nell’estate o all’inizio di settembre 2022.