Volkswagen Polo 2022: Specifiche, Prezzo, Data di Uscita

In Europa, la VW Polo 2022 sarà venduta nel formato berlina compatta, che è entrata nella sua terza generazione circa quattro anni fa e si sta ora preparando per il suo debutto in una forma aggiornata. Il restyling ha portato alla cinque porte un nuovo design della carrozzeria, una migliore finitura e una migliore attrezzatura elettronica.


cambia aspetto

All’esterno, la nuova Volkswagen Polo 2022 è facilmente riconoscibile per i suoi fari ridisegnati e una diversa configurazione della griglia. La parte posteriore della berlina attira l’attenzione con nuove luci con grafiche originali e sezioni aggiuntive sulla quinta porta. Tutte le apparecchiature di illuminazione sulla cinque porte sono ora a diodi standard e i fari a matrice IQ.Light sono offerti sui livelli di allestimento più vecchi.

La novità è stata mostrata nella versione più costosa della R-Line, che si distingue per uno speciale kit carrozzeria, decorazioni nere lucide degli elementi del corpo e grandi cerchi (fino a 17 pollici). Esistono tre versioni più semplici: Basic Polo, Life e Style.

attrezzatura

Nel Polo Salon, i miglioramenti sono locali. Una delle novità più importanti è la sostituzione della bilancia analogica dei dispositivi con una digitale. La sua dimensione è di 8 o 10,25 pollici, a seconda della versione. C’è anche una scelta di diversi sistemi multimediali. Il più semplice – Composition Media – ha un display da 6,5 ​​pollici, il più avanzato Ready2Discover Media Center è dotato di uno schermo da 8 pollici e un complesso di infotainment basato sull’architettura MIB3 con un touch screen da 9,2 pollici offerto.


Oltre alle dotazioni già elencate, la berlina di nuova concezione dispone di un pannello di controllo del clima con pulsanti touch, ricarica wireless per smartphone, telecamera per la retromarcia, illuminazione interna, porte USB per i passeggeri posteriori.

L’elenco dei sistemi di assistenza elettronica disponibili comprende la frenata automatica, l’avviso di deviazione dalla corsia e l’assistente al parcheggio. Inoltre è dotato di Travel Assist Road Autopilot, una versione avanzata del cruise control radar. Un’altra innovazione per la sicurezza è l’introduzione di un airbag centrale, che si attiva tra il guidatore e il passeggero anteriore quando viene attivato, prevenendo una collisione.


✓ Puoi anche controllare:

Specifiche Volkswagen Polo 2022

Una Polo hatchback sarà disponibile solo in Europa con un motore a benzina a tre cilindri. Gli aggregati sono offerti per la selezione:


  • 1.0 MPI (80 CV, 93 Nm);
  • 1.0 STI (95 CV, 175 Nm);
  • 1.0 STI (110 CV, 200 Nm);
  • 1.0 TGI (90 CV, 160 Nm).

L’aspirapolvere “Junior” è abbinato solo a un cambio manuale a 5 marce. Il motore 1.0 TSI turbo può essere abbinato a un DSG “robot” a 7 rapporti, indipendentemente dalla spinta, e per la versione da 95 CV è disponibile anche un cambio manuale. Il motore a gas 1.0 TGI forma un tandem con il 6MKPP.

Data di uscita e prezzo della VW Polo 2022

La raccolta degli ordini per il modello inizierà a maggio, con le auto finite che raggiungeranno le concessionarie verso la fine dell’estate 2021. I prezzi partono da circa 16.000 euro.

VW Polo GTI 2022

Ora anche la VW Polo GTI ha ricevuto un restyling. Visivamente è più vicino alla Golf, non ci sono modifiche al motore. Tutte le informazioni e montaggio del sedile!

Solo pochi mesi dopo la prima della VW Polo rinnovata, la Volkswagen ha presentato la Polo GTI. Innanzitutto le cose più importanti: il motore e i dati sulle prestazioni rimangono gli stessi. La potenza del predecessore è stata rapidamente aumentata poco prima del cambio di modello.


La piccola vettura è visivamente più vicina alla Golf GTI e ha interni rivisti e l’ultimo infotainment. Il lancio sul mercato del restyling della VW Polo GTI potrebbe avvenire nell’autunno 2021. I prezzi sono destinati a salire, ma partono comunque sotto i 30.000 euro.

La striscia LED collega i fari

Con il restyling, la versione normale della VW Polo si è già avvicinata al fratello maggiore Golf, e lo stesso sta accadendo con la GTI. Anche qui i fendinebbia sono integrati nella griglia a nido d’ape della presa d’aria laterale. Tuttavia, non nel design della bandiera a scacchi, la Polo ha solo due elementi luminosi su ciascun lato. Una clip nel colore della carrozzeria lo separa visivamente dalla presa d’aria centrale. Oltre alla griglia a nido d’ape, l’auto ha naturalmente altre insegne GTI: nella parte anteriore, c’è il logo sulla griglia e la striscia decorativa rossa, che si trova anche lì e si estende nei fari. La nuova firma luminosa segue direttamente sotto. La piccola vettura sportiva si presenta come equipaggiamento top con una barra LED nella griglia e con tecnologia Matrix LED di serie.

Grazie alle sospensioni sportive, la Polo GTI 2022 è ribassata di serie

I nuovi fanali posteriori in due pezzi sono sempre disponibili con luci di stop animate e indicatori di direzione dinamici. Oltre alla scritta GTI rossa sotto il logo VW, l’auto può essere riconosciuta anche dai due terminali di scarico cromati e dall’esclusivo grembiule. Il diffusore indicato è visibile solo ad un esame più attento; in primo piano uno orizzontale elemento in tinta con la carrozzeria, che limita la parte inferiore della Polo GTI. Le pinze dei freni rosse, i grandi cerchi da 17 pollici sono di serie, i 18 pollici (come il veicolo in foto) costano in più – e l’abbassamento standard di 15 millimetri grazie alle sospensioni sportive completa il tutto.

Interni con plaid sui sedili

AUTO BILD ha già provato il sedile nel restyling della Polo GTI. All’interno, la prima cosa che salta all’occhio è la decorazione rossa del cruscotto, che ora è di serie. È un po’ troppo giocoso per me, ma puoi anche ottenere questo pezzo decorativo in un colore più tenue. A parte questo, non cambia molto in termini di aspetto qui. C’è un nuovo volante sportivo con leve del cambio, che ora è dotato di superfici touch, ma ovviamente la polo sportiva mantiene i suoi attributi tipici GTI: impunture rosse, rivestimento del tetto nero, sedili sportivi con motivo a quadri. Durante la prova, le sedie offrono un buon compromesso tra supporto laterale e comfort. A differenza della Golf GTI, la Polo non ha un cambio, ma conserva la sua collaudata leva selettrice.

Nuovo infotainment con schermo standard più grande

Di serie l’abitacolo digitale da 10,25 pollici con gli speciali display GTI, nuovo l’infotainment. Dall’esterno lo si vede principalmente sullo schermo: non ci sono più tutti i selettori rotativi e i touchpad per la selezione rapida di tutti i movimenti al lato guida. VW paga anche per il touchscreen più grande nel modello di punta Polo; se si desidera l’ampio display da 9,2 pollici del veicolo fotografico, è necessario spuntare l’opzione nell’elenco dei supplementi. Ma anche la maschera di input sta crescendo. Il predecessore proveniva dalla fabbrica con 6,5 pollici, il nuovo modello funziona con otto pollici. Anche il software in background è cambiato, la GTI riceve l’infotainment MIB3 ed è quindi sempre online. Gli smartphone possono sempre essere accoppiati in modalità wireless tramite Android Auto e Apple Carplay.

VW Polo GTI Facelift può guidare in modo semi-autonomo

La polo sportiva è disponibile in cinque colori, tre dei quali abbinabili anche al tetto nero. L’equipaggiamento speciale comprende un tetto panoramico a soffietto, rivestimenti dei sedili in pelle sintetica velour e un sistema audio “Beats” con 300 watt e sei altoparlanti. Con il restyling, l’impianto audio non riduce più le dimensioni del bagagliaio, l’amplificatore è ora alloggiato nel vano della ruota di scorta.

C’è anche la sospensione “Sport Select” con ammortizzatori commutabili. In termini di assistenti, la Polo GTI adotta le innovazioni della normale Polo, in modo che la guida semi-autonoma fino a 210 km/h sia ora possibile con un supplemento.

Resta con il motore a benzina da 207 CV

Non ci sono sorprese per quanto riguarda il motore: qui è tutto uguale e nemmeno i dati tecnici sono cambiati. Il due litri TSI manda 207 CV alle ruote anteriori, la coppia massima è di 320 Nm (tra 1500 e 4500 giri/min). Il cambio DSG a sette rapporti è sempre utilizzato per il cambio, non è necessario il cambio manuale. La Polo GTI impiega 6,5 ​​secondi per scattare da 0 a 100 km/h, finendo a 240 km/h. Per evitare il sottosterzo in curva ad alta velocità, la Polo GTI è nuovamente dotata di serie del bloccaggio elettronico del differenziale XDS.