Hyundai Ioniq 6 2022: specifiche, prezzo, data di uscita

Nel giugno 2021, l’utente di Naver Soonjung8116 ha rilasciato immagini spia che rivelavano che i test su strada dei prototipi Hyundai Ioniq 6 a carrozzeria intera erano iniziati in Corea del Sud. Era la prima volta che vedevamo la versione di produzione del concept Hyundai Prophecy.

Al debutto negli Stati Uniti della Ioniq 5 nel maggio 2021, Jose Munoz, Presidente e CEO di Hyundai Motor North America, ha confermato che la Hyundai Ioniq 6 sarà rilasciata entro la fine dell’anno (2022). Ha anche rivelato che sarebbe stata una berlina di medie dimensioni, un equivalente elettrico della Hyundai Sonata.


Seguiremo l’entusiasmante compatta CUV Ioniq 5 l’anno prossimo, la straordinaria berlina di medie dimensioni Ioniq 6 e il SUV di medie dimensioni a tre file Ioniq 7 nel 2024, e questo è solo l’inizio. Hyundai lancerà 23 veicoli elettrici a batteria in tutto il mondo entro il 2025.

Jose Munoz, Presidente e CEO di Hyundai Motor North America, al debutto negli Stati Uniti della Hyundai Ioniq 5


Nell’aprile 2021, Hyundai ha presentato la sua strategia per i veicoli elettrici a medio e lungo termine pubblicando i risultati finanziari del primo trimestre 2021, in cui menzionava il rilascio dello Ioniq 6 per quest’anno (2022), come era stato annunciato nel 2020.

brutta copia

La Hyundai Ioniq 6 è il secondo membro del nuovo sottomarchio di veicoli elettrici “Ioniq”. Come perseguito dal concept Prophecy presentato nel 2021, prende ispirazione dal design dai modelli storici diventando un ponte verso il futuro.


Come la Sonata, la Hyundai Ioniq 6 è una berlina di taglia media, ma con proporzioni diverse. Di conseguenza, nonostante la carrozzeria più piccola, può offrire tanto o più spazio per occupanti e bagagli rispetto al modello con motore a combustione. Questo è il bello della piattaforma E-GMP di Hyundai Motor Group, che sta alla base dell’auto elettrica su misura, che ha un pavimento piatto e massimizza lo spazio dell’abitacolo grazie alla mancanza di un vano motore e di ruote spinte negli angoli con sbalzi ridotti.

I veicoli elettrici E-GMP hanno il pacco batteria in una posizione che offre loro un baricentro basso. Ciò consente loro di offrire prestazioni in curva migliorate e una buona stabilità. Il design del corpo altamente aerodinamico di Ioniq 6 completerà i vantaggi del suo design strutturale. Il video sopra, per gentile concessione del canale YouTube di CarSpyMedia, mostra diversi esempi di Ioniq 6 in curva senza sforzo. Può fare curve strette ad alta velocità e non mostra alcun vincolo.


Curve ampie e linee morbide distinguono la Hyundai Ioniq 6 dalla Ioniq 5. L’elegante linea del tetto inclinata e la linea di cintura inclinata creano una serra ad arco che ricorda il concetto della profezia. Quella e la coda sono ispirate alle auto classiche degli anni ’20 e ’30, anche se alcuni potrebbero ritenere che il DNA Porsche sia visibile qui. I video spia mostrano anche specchi virtuali sulle auto di produzione e ruote aerodinamiche in gran parte chiuse per aumentare l’autonomia. Inoltre, dovrebbe presentare cluster pixelati nei fari e nelle luci posteriori, visti per la prima volta su Ioniq 5.

Lo Ioniq 6 potrebbe essere dotato di fari Micro-LED con una funzione simile ai fari Digital Light di Mercedes-Benz. Hyundai Mobis ha sviluppato nuovi fari che offrono una nuova funzione di proiezione. Il video qui mostra i fari che lavorano in azione su un modello misterioso verso la fine (a 1:50) che potrebbe prendere in giro lo Ioniq 6!

I micro fari a LED sono in grado di rilevare superfici scivolose, identificare lavori stradali e proiettare la segnaletica stradale necessaria. Puoi persino proiettare la larghezza del veicolo per mostrare al conducente se è possibile guidare su una strada stretta. Segnale di stop, segnale di svolta, corsia, strada curva e proiezione pedonale sono alcune delle sue altre funzioni.

Utilizzando i dettagli dei media spia, il canale YouTube 뉴욕맘모스_NYMAMMOTH ( Naver : shadow0122) ha realizzato un rendering per mostrare il design previsto (foto nella storia). Mentre il concept presenta un design ispirato ai pixel per l’intero cluster, la versione di produzione potrebbe ottenere fari con solo una parte dell’assieme che sfoggia l’aspetto ispirato ai pixel. Questa modifica può consentire abbaglianti più forti, migliorando la visibilità a lunga distanza, in particolare su autostrade/autostrade. Il cofano ovviamente doveva avere un’apertura sull’ultima vettura per consentire l’accesso alla parte posteriore e il paraurti è un nuovo pannello con quelle che sembrano prese d’aria verticali sui fianchi.

NY Mammoth ha anche realizzato un bel rendering della parte posteriore della Hyundai Ioniq 6. Mostra un design del fanale posteriore leggermente diverso, con i cluster pixelati che sono sezioni separate su ciascun lato e la scritta Ioniq 6 al centro e possibilmente in un vetro trasparente retroilluminato. I sottili fendinebbia posteriori portano anche il design a pixel delle luci posteriori.

Uno scatto spia caricato da The Korean Car Blog nel gennaio 2022 suggerisce che l’insolito spoiler posteriore del Prophecy Concept sarà probabilmente presente anche sullo Ioniq 6. Ricordando lo spoiler a coda di balena che si trova sulle Porsche classiche, lo spoiler potrebbe dare un contributo significativo all’efficienza aerodinamica dell’auto, riducendo il consumo di energia e migliorando così l’autonomia. Per gli appassionati di auto, ovviamente, il vantaggio principale sarebbe una maggiore dinamica di guida in pista o ad alta velocità. Il fantasioso spoiler posteriore darebbe allo Ioniq 6 una grande presenza su strada per renderlo immediatamente riconoscibile da lontano.

cambia all’ultimo momento

Un rapporto del Korea Economic Daily dell’agosto 2021 rilevava che Hyundai avrebbe riprogettato le luci, i paraurti e i passaruota della Ioniq 6. Queste modifiche dovrebbero migliorare la qualità e l’autonomia dell’auto. Inoltre, la società aumenterebbe la lunghezza dell’auto di 20 mm rispetto alla cifra inizialmente prevista, ha affermato.

✓ Puoi anche controllare:

Ioniq 6 potrebbe ottenere la prima griglia “Lighting”.

Lo stesso rapporto ipotizzava che lo Ioniq 6 potesse essere dotato della nuova “griglia di illuminazione”. Già nel giugno 2021, Hyundai Mobis aveva annunciato di essere riuscita a sviluppare una nuova griglia che avrebbe dotato l’intera parte anteriore dell’auto di funzionalità LED. Man mano che le griglie diventano obsolete nelle auto elettriche, i produttori stanno cercando di utilizzare al meglio lo spazio con idee come l’illuminazione stradale, i sistemi audio e persino i display.

L’idea alla base di Hyundai Mobis è che i LED segnalino diversi stati dell’auto come guida e ricarica autonomi, display soundbeat e persino un display della spia di emergenza. Come la maggior parte delle altre tecnologie new age, la griglia Lightning accoglierà il guidatore con eleganza. Utilizzando diversi modelli e colori sui LED, la griglia può comunicare con altri veicoli e conducenti o pedoni per mostrare l’intenzione del conducente.

Se lo ottiene, Ioniq 6 sarà il primo veicolo elettrico della gamma Hyundai a presentare la nuova griglia di illuminazione. Inoltre, Hyundai Mobis ha sviluppato anche la tecnologia “Moving Grille”, che controlla automaticamente il flusso d’aria attraverso l’uso di alette d’aria.

Interno

Gli interni della Hyundai Ioniq avranno un design pulito e minimalista che rende gli interni futuristici e ne sottolinea la spaziosità. Le immagini spia (tramite Cochespias) hanno mostrato molto in comune con lo Ioniq 5, con un tema simile e discreto. Vediamo lo stesso volante a due razze, quadro strumenti digitale e schermi del sistema di infotainment su un pannello bianco con angoli curvi, prese d’aria eleganti, aria condizionata e pedali. Una differenza visibile è che lo Ioniq 6 sembra avere una console centrale fissa. Il prototipo Autoherald avvistato aveva anche un quadro strumenti digitale e un display centrale simile a quello dello Ioniq 5.

Alcune immagini spia hanno mostrato una combinazione di colori bicolore con pannelli delle porte bianchi e grigi, sedili bianchi con bordino arancione (solo anteriore) e un bracciolo centrale anteriore bianco.

Rispetto alla Hyundai Sonata, i sedili posteriori sembrano più lunghi, il che dovrebbe significare più supporto sotto le cosce, e il pavimento piatto renderebbe i sedili su tre lati abbastanza comodi. I pannelli delle porte sembrano lunghi, il che dovrebbe consentire un’entrata e un’uscita facili e molta luce nell’abitacolo. Infine, sembra esserci un ampio spazio per le gambe, aiutato dai sedili anteriori ritagliati. Hyundai probabilmente equipaggerà lo Ioniq 6 con un bracciolo, prese d’aria posteriori e doppie porte di ricarica USB-C per una maggiore comodità. I sedili anteriori dovrebbero avere memoria e gli schienali avranno tasche per mappe in stile aeroplano.

piattaforma

E-GMP è la piattaforma per auto ecologiche di nuova generazione di Hyundai Motor Group. A differenza della piattaforma utilizzata dalla Hyundai Ioniq e dalla Kia NiroEV si basa su un’architettura EV su misura che consente di raddoppiare la tensione del sistema a 800 volt. I clienti saranno in grado di caricare rapidamente la batteria a tripla velocità, fino a 350 kW, per ottenere una carica dell’80% in 18 minuti. In contrasto con il Kona – e i veicoli elettrici Ioniq, Ioniq 6 e altri modelli E-GMP offrirebbero una funzione di conversione di potenza bidirezionale. L’Integrated Charging Control Unit (ICCU) della piattaforma EV dedicata è un aggiornamento dell’on board Caricabatterie (OBC) della vecchia piattaforma delle auto ecologiche.

A differenza di OBC, che in genere consente all’alimentazione di fluire in un’unica direzione da una fonte di alimentazione esterna, ICCU abilita la funzionalità Vehicle-to-Load (V2L). L’energia immagazzinata nel pacco batteria EV può alimentare macchine elettriche (110V/220V) e persino un condizionatore d’aria domestico e TV a grande schermo.

specifiche

Secondo un rapporto di Carscoops, Hyundai ha svelato la maggior parte delle specifiche chiave di Ioniq 6 durante un evento mediatico Ioniq 5 negli Stati Uniti del maggio 2021. All’epoca, si diceva che lo Ioniq 6 avrebbe una batteria da 73 kWh e avrebbe fornito un’autonomia massima di oltre 300 miglia (483 km)*. La trazione posteriore e la trazione integrale saranno le opzioni di layout del gruppo propulsore disponibili. Le configurazioni RWD hanno un unico motore da 160 kW (218 CV/215 CV). Le configurazioni AWD utilizzano due motori, uno che aziona le ruote anteriori e l’altro che gira le ruote posteriori, che insieme producono 230 kW (313 CV/308 CV).

Secondo rapporti più recenti, Hyundai Ioniq 6 verrebbe con il pacco batteria leggermente più grande da 77,4 kWh, offrendo un’autonomia WLTP di circa 500 km o 311 miglia. Questa dovrebbe essere la stessa batteria delle unità Hyundai Ioniq 5 disponibili negli Stati Uniti e in Canada.


Hyundai Ioniq 6N 2022

La Hyundai Ioniq 6 può sembrare e guidare come una Porsche! Secondo un rapporto, un potente veicolo elettrico Hyundai è in lavorazione e sarà una variante N dello Ioniq 6.

L’assetto tecnico della Hyundai Ioniq 6 N potrebbe eguagliare quello della Kia EV6 GT, che utilizza due motori che producono una potenza netta di 430 kW (584 CV) e una coppia netta di 740 Nm. In questo caso, aspettati un tempo di accelerazione 0-100 km/h di circa 3,5 secondi e una velocità massima di 260 km/h (162 mph).

“Hyundai Motor vuole sfruttare il suo successo con il marchio N nelle prestazioni elettriche, potenzialmente con propulsori elettrici e a celle a combustibile a idrogeno”, ha affermato la società annunciando la Kona N il 27 aprile 2021. Ha affermato che la piattaforma E-GMP “offre enormi vantaggi di flessibilità e opportunità”.

Il giorno dopo, lo Hyundai N Day (28 aprile 2021), Thomas Schemera, Executive Vice President e Head of Customer Experience Division di Hyundai, ha fatto una pausa per confermare che un veicolo elettrico Hyundai N E-GMP era sulla tabella di marcia. Egli ha detto:

La nostra nuova piattaforma modulare globale elettrica (E-GMP) ha un enorme potenziale. Quindi penso che avremo il primo modello N completamente elettrificato basato su…

Thomas Schemera, Executive Vice President e Head of Customer Experience Division, Hyundai, anticipa il primo modello Ioniq N.

Poco dopo l’annuncio, il lettore del blog automobilistico coreano e l’utente di Instagram h.hyl_47 hanno individuato un mulo di prova Kia EV6 con sedili sportivi Hyundai N. Sebbene questo sviluppo non sia affatto un avallo per la Hyundai Ioniq 6N, ha alimentato la speculazione nei media sul fatto che Hyundai abbia iniziato a lavorare su modelli N elettrici, inclusa la Hyundai Ioniq 5N.

Alla prima mondiale di Hyundai Elantra N nel luglio 2021, Albert Biermann, ex presidente e capo del dipartimento di ricerca e sviluppo di Hyundai/Kia, ha annunciato che SangYup Lee, vicepresidente senior e capo dello Hyundai Global Design Center, gli ha presentato gli schizzi del potenziale primo modello Hyundai N E-GMP. “È sicuramente lì, il potenziale per costruire un vero veicolo N”, ha detto Biermann del lancio di Hyundai N EV.

Il capo della ricerca e sviluppo, che ha recentemente annunciato le sue dimissioni, ha accennato al fatto che Hyundai deve ancora decidere sulla “parte superiore del corpo” poiché il modello Ioniq otterrà prima la variante N. Tuttavia, ci sono buone probabilità che l’azienda abbia risposto alla chiamata, ma è in attesa di rilasciare il piano.

Guida autonoma L3

Quando Hyundai lancerà la Ioniq 6 nei suoi mercati chiave, sarebbe già pronta o quasi con la tecnologia di guida autonoma di livello 3. Almeno, questo è ciò che suggerisce la tabella di marcia tecnica dell’azienda per le sue tecnologie di guida autonoma.

Lo Ioniq 6 o 7 potrebbe essere dotato di una nuova versione della guida in autostrada pilota dell’azienda sono tra i primi modelli Hyundai a consentire la guida autonoma di livello 3. Hyundai afferma che il veicolo può gestire tutte le “funzioni critiche per la sicurezza” in determinate condizioni di traffico o ambientali. La presenza di un conducente è necessaria perché l’auto potrebbe richiedere l’intervento del conducente in alcune situazioni. Ioniq 6 offrirà inizialmente la guida automatizzata a mani libere sulle autostrade.

data di rilascio

Hyundai ha confermato che prevede di presentare la Ioniq 6 nel 2022 entro la fine dell’anno. Tuttavia, non hanno rilasciato alcuna informazione aggiuntiva su quando esattamente. Secondo il rapporto del Korea Economic Daily, di cui abbiamo parlato nella sezione dedicata al design, la società prevedeva di iniziare la produzione in questo trimestre (da gennaio a marzo), ma ha posticipato la data SOP di due o tre mesi a maggio o giugno.

Hyundai impiegherebbe del tempo per finalizzare le modifiche nello stabilimento di Asan (Corea del Sud) per produrre lo Ioniq 6. Questa pianta attualmente produce l’Azera (Hyundai Grandeur) e la Sonata, entrambe in fase di transizione alla generazione successiva. Lo stabilimento coreano servirebbe la domanda locale e globale per lo Ioniq 6 fino a quando un secondo sito non sarà pronto per iniziare la produzione del veicolo. Un altro motivo (riferito) del ritardo è che l’azienda vuole riprogettare leggermente lo Ioniq 6, che abbiamo descritto in dettaglio nella sezione del design.

produzione statunitense

Hyundai Motor Group prevede di investire 7,4 miliardi di dollari negli Stati Uniti entro il 2025. Si prevede che una parte significativa di questa somma andrà alla produzione di veicoli elettrici e al miglioramento dell’ecosistema dei veicoli elettrici. Hyundai ha confermato che produrrà veicoli elettrici in America, presumibilmente nella sua fabbrica di Montgomery, in Alabama. Deve ancora offrire dettagli o tempistiche sui veicoli elettrici che saranno prodotti negli Stati Uniti e dovrebbe fare un annuncio entro la fine dell’anno.

La Hyundai Ioniq 6 è uno dei lanci di veicoli elettrici annunciati da Hyundai nel novembre 2020 per gli Stati Uniti. Gli altri modelli sono i SUV Ioniq 5, Kona EV facelift, Tucson Ibrido, Tucson Plug-in Hybrid, santa fe Hybrid e Santa Fe Plug-in Hybrid e la berlina Elantra Hybrid. Con questi nuovi modelli puramente elettrici, ibridi plug-in e ibridi, Hyundai avrebbe una gamma di dieci veicoli elettrificati nel mercato statunitense.

Ioniq 6 Prezzo e abbonamento

I prezzi di Hyundai Ioniq 6 potrebbero partire da circa $ 45.000 negli Stati Uniti e £ 40.000 nel Regno Unito. Questi potrebbero essere i prezzi al dettaglio prima di un possibile stimolo del governo. Il secondo concorrente più vicino di Ioniq EV sarebbe il Model 3 di Tesla, che parte da $ 43.990 negli Stati Uniti e £ 41.000 nel Regno Unito.

La Hyundai Ioniq 6 dovrebbe essere disponibile in abbonamento negli Stati Uniti. Tuttavia, è probabile che il servizio di abbonamento incoraggi solo i test dei clienti e non fornisca un’alternativa permanente all’acquisto definitivo. Aspettati che la durata dell’abbonamento sia breve, forse da uno a tre mesi.

Il concetto di profezia di Hyundai

Hyundai ha svelato il concetto di veicolo elettrico Prophecy ispirato agli anni ’30 nel marzo 2020 come precursore della Hyundai Ioniq 6. Hyundai lo chiama Ultimate Automotive Form, che si basa sulla linea E-GMP con un passo esteso e sbalzi corti con una coda a barca.

Riepilogo dei commenti di Luc Donckerwolke sullo Hyundai Prophecy Concept

  • Anche la ruota dell’elica è funzionale in quanto aspira l’aria calda dai freni.
  • Il tetto pieghevole – la forma snella doveva essere completato da uno spoiler per ottenere i giusti valori aerodinamici per un’auto così snella con una parte posteriore bassa.
  • Notare il contrasto tra belle forme fluide, ma i pixel sono lì per quanto siamo digitalizzati nel business e anche per contrastare con le forme fluide.
  • Abbiamo anche dato vita all’emblema Hyundai – il design è pulito e silenzioso perché stiamo progettando un veicolo elettrico che non emette alcun suono – vogliamo che anche il design rifletta quel concetto.
  • Scoprirai che l’interno è pulito, scuro e puristico – di solito mostriamo auto che sono leggere all’interno, in questo caso ci ispiriamo a una delle meraviglie tropicali della Corea – l’isola di Jeju – è un’isola vulcanica dove puoi indossare sciarpe vedi La cenere vulcanica – scura con le increspature azzurre – ha ispirato la stratificazione topografica del terreno pianeggiante.
  • Abbiamo sostituito il volante con un volante digitale, questi sono i due joystick che vedi nel veicolo: ti aiutano a sterzare il veicolo con precisione e a liberare molto spazio sia che tu stia guidando o in modalità “Relax” . Ti dà accesso allo schermo panoramico dietro per l’intrattenimento e il feedback della fotocamera.

Hyundai sta passando alle ZEV, ma non spegne immediatamente i motori

Hyundai prevede di vendere solo veicoli a emissioni zero (ZEV) in Europa entro il 2035. In altri mercati chiave dove può, la società eliminerà gradualmente tutti i normali motori a combustione interna e i veicoli ibridi entro il 2040. Hyundai (il marchio) pianifica in modo simile. diventare carbon neutral a livello globale, ma non c’è ancora una scadenza. Ciò che è chiaro è che utilizzeranno sia veicoli elettrici che veicoli elettrici a celle a combustibile a idrogeno per arrivarci. Genesis, che è presente in molti meno mercati, prevede di passare esclusivamente a ZEV entro il 2030.

Il CEO di Hyundai Jaehoon Chang ha dichiarato a Automotive News che la società prevede di vendere 220.000 veicoli elettrici Hyundai e Genesis quest’anno. Hyundai prevede di aumentare quel numero di quasi otto volte a 1,7 milioni entro il 2026. Oltre alla piattaforma E-GMP, l’azienda avrà un’altra piattaforma EV dedicata per lanciare veicoli elettrici personalizzati. “Non stiamo guardando solo a una piattaforma”, ha detto Chang. Inoltre, la localizzazione della produzione di veicoli elettrici negli Stati Uniti potrebbe fornire un notevole impulso alle vendite di veicoli elettrici di Hyundai negli anni a venire. La Cina sta già ottenendo veicoli elettrici Hyundai prodotti localmente.

Hyundai Motor Company smetterà di sviluppare nuovi motori a combustione interna e sposterà interamente la sua attenzione sui veicoli a emissioni zero, ha annunciato il Korea Economic Daily a dicembre 2021. L’azienda ha chiuso il dipartimento di sviluppo del motore presso il suo centro di ricerca e sviluppo a Namyang, in Corea del Sud, secondo la pubblicazione sudcoreana.

Ufficialmente, HMG non ha smesso di sviluppare motori a combustione interna e non prevede misure così drastiche nel prossimo futuro. Una tale mossa sarebbe dannosa nel breve e medio termine, erodendo i profitti e allontanando gli investitori. Michael Stewart, Senior Group Manager, Hyundai Motor America, ha rilasciato una dichiarazione a Motor1 per sfatare le voci.

Hyundai Motor Group può confermare che non interromperà lo sviluppo dei propri motori a seguito delle recenti speculazioni dei media. Il gruppo si impegna a offrire ai clienti globali un solido portafoglio di propulsori che includa una combinazione di motori ad alta efficienza e motori elettrici a emissioni zero.

Michael Stewart, Senior Group Manager, Hyundai Motor America

Domande frequenti su Ioniq 6

Cos’è Ioniq 6?

La Ioniq 6 è la berlina di nuova generazione di Hyundai, un’auto elettrica che sarà lanciata entro la fine dell’anno.

Quale sarà il prezzo e i concorrenti di Ioniq 6?

La base Ioniq 6 potrebbe costare circa $ 45.000 negli Stati Uniti e £ 40.000 nel Regno Unito. Il Modello Tesla 3 & VW Aero B sarebbero i suoi concorrenti.

Qual è la gamma prevista di Ioniq 6?

La Hyundai Ioniq 6 dovrebbe essere possibile con un’autonomia di oltre 500 km (WLTP) con una carica dell’80% in 18 minuti.

Qual è la data di uscita di Ioniq 6 nel mercato statunitense?

Lo Ioniq 6 arriverà negli showroom statunitensi nella seconda metà dell’anno.