Citroen C5 2022: specifiche, prezzo, data di uscita

Attesa per metà aprile, la Citroen C5 è attualmente nelle fasi finali dello sviluppo. Sorpresa ancora una volta dai nostri fotografi, la francese promette di seguire la stessa ricetta della sorella C4, portando con sé alcuni ingredienti “personali”.

Passano i giorni e la futura Citroen C5 2022 diventa sempre meno discreta. A riprova, la grande berlina ha catturato ancora una volta l’attenzione dei nostri fotografi. Ma contrariamente alle immagini precedenti, è stato in Europa – e non in Asia – che la nuova berlina Chevron ha attirato l’attenzione. Da vicino possiamo ora cogliere tutte le proporzioni di questa terza generazione, che Citroen voleva ben lontana dalla berlina di serie. Per sedurre i sostenitori del genere SUV senza sacrificarne l’efficienza, la futura C5 scommette su un’altezza da terra leggermente aumentata, ruote larghe e un portellone posteriore fortemente inclinato all’indietro. Un approccio che ricorda l’ultimo C4, il cui stile è anche controverso. Senza dubbio, stilisticamente, questo C5 2022 non piacerà a tutti.


Citroen C5 2022 Interasse massimo

D’altra parte, inside ha promesso di prendersi cura della qualità della vita per fornire un’auto confortevole in cui vivere. Il passo allungato, forse più lungo di quello venduto in Cina Peugeot 508 L (2,85 m), dovrebbe andare a beneficio dei passeggeri posteriori.

✓ Puoi anche controllare:



Inoltre, l’architettura elettronica più moderna consentita dall’ultimo aggiornamento della piattaforma EMP2 consentirà al C5 di distinguersi dal resto della gamma. D’altra parte, il produttore dovrebbe continuare a perseguire l’idea di un certo minimalismo per il controschermo che è stato avviato nel C4. Non devi aspettarti una vasta area nello stile i-Cockpit alla Peugeot. Con la multimedialità bisogna utilizzare una superficie simile al display del C4 – 10 pollici, in orizzontale, solo al centro.

No 4×4

Il C5 2022, prodotto in Cina, punta principalmente sui motori a benzina PureTech (130 e 180) a inizio carriera, ma anche sulla tecnologia ibrida plug-in già diffusa in PSA. Nessuna attesa per una versione 4WD, la C5 si accontenterà della catena da 225 CV del motore 1.6 turbo a 4 cilindri e di un motore elettrico integrato nel cambio EAT8.


Citroen potrebbe quindi proporre una variante meno potente, perché no intorno ai 180 CV. Eppure quelli che si aspettano diesel a tutti i costi su questa futura strada Citroen potrebbero rimanere delusi, poiché nulla dice che il 1.5 BlueHDi non sarà rinnovato. Infine, non sono nemmeno sicuro che la berlina offra ancora la scatola meccanica, come una certa DS 4.