Apple iCar: specifiche, prezzo, data di uscita

La tanto acclamata auto elettrica Apple iCar 2025 è stata ampiamente pubblicizzata, ma mai nelle notizie come annuncio ufficiale, per non parlare di una fuga di notizie da informatori. Tuttavia, la mobilità elettrica e il mercato dei veicoli elettrici sono troppo allettanti per essere ignorati a lungo da un marchio come Apple. Mentre a volte sembrava che Apple si sarebbe concentrata sul software di guida autonoma, i piani per l’auto hanno continuato a spuntare fuori.

Dopo un decennio in cui ha dominato con successo l’industria dell’elettronica di consumo di fascia alta, gli occhi di Apple sono puntati sull’industria automobilistica. Tutte le prove indicano che l’azienda con sede a Cupertino sta lavorando su un’auto elettrica Apple, ed ecco cosa sappiamo finora del progetto.


Secondo quanto riferito, Apple sta sviluppando internamente “iCar”.

Un rapporto di Maeil Business News Korea pubblicato il 10 settembre 2021 ha indicato che la società ha deciso di non sviluppare congiuntamente l’Apple Car con una casa automobilistica, ma di svilupparla internamente. Apple ha ripreso le operazioni nel suo laboratorio di veicoli elettrici a Cupertino e stava inviando richieste di quotazioni (RFQ) per ricambi auto, ha affermato. La notizia è arrivata pochi giorni dopo che i media taiwanesi hanno riferito che alcuni dipendenti Apple stavano visitando LG Electronics e SK Innovation, secondo Pulse, il servizio di notizie inglese di Maeil Business News Korea.

Il 12 gennaio 2022 è stata segnalata un’intensa rivalità tra i produttori di componenti sudcoreani per entrare nella catena di approvvigionamento di Apple e diventare un fornitore per l’Apple Car. Apple potrebbe identificare i fornitori entro la fine dell’anno e iniziare lo sviluppo su vasta scala. L’azienda ha mostrato un forte interesse per le società sudcoreane per le parti principali dei suoi veicoli elettrici.


Secondo i rapporti locali, i dipendenti Apple hanno visitato la Corea del Sud nel dicembre 2021 e si sono incontrati con diversi produttori di componenti locali. Questa è stata la seconda visita nel paese dei dipendenti Apple nell’ultimo anno. Ha parlato con le due più grandi aziende del paese – LG e SK – di batterie per veicoli elettrici. L’azienda vuole investire in uno dei produttori di componenti elettronici della Corea del Sud per raddoppiare la sua capacità produttiva. Tutte le conversazioni si svolgono nella massima riservatezza, come da tradizione Apple. Le aziende sudcoreane temono che le perdite possano rovinare le loro possibilità di diventare fornitori.

Non era una novità, poiché un rapporto depositato sul Korea Times il 9 agosto 2021 afferma che Apple è in trattative con diversi produttori di componenti. Un senior leader del settore direttamente coinvolto nella questione ha affermato che Apple è in trattative con i fornitori dei settori dei semiconduttori e dei display e cercherà partner commerciali di veicoli elettrici in Corea del Sud, proprio come fa nel settore degli smartphone. Apple ha già parlato con aziende come LG, SK e Hanwha, ha affermato la fonte.


Schemi di auto elettriche Apple

L’Apple Electric Car Team ha gli schemi dei veicoli elettrici pronti da mostrare ai produttori di componenti mentre lavorano per finalizzare i fornitori di veicoli elettrici. Nikkei Asia afferma in un rapporto del 10 gennaio 2022 che un dipendente Apple ha visitato l’ufficio del Texas del produttore giapponese di componenti per auto Sanden e ha presentato gli schemi di un veicolo elettrico e di componenti AC.

L’Apple Electric Car Team (APG) sta cambiando

Apple assume il capo del software per Tesla Autopilot

Secondo un rapporto di Bloomberg pubblicato nel novembre 2021, Apple ha assunto con successo Christopher Moore (CJ Moore), direttore del software Autopilot di Tesla. Moore ha lavorato in Tesla per sette anni ed è stato coinvolto in Tesla Autopilot per tutto il suo incarico. In Apple, lavora al software di guida autonoma e fa capo a Stuart Bowers, che in passato ha lavorato anche su Tesla Autopilot.


Moore è esploso alla ribalta all’inizio del 2021 quando ha dato una risposta controversa al DMV, suggerendo che il co-fondatore e CEO di Tesla Elon Musk ha esagerato le capacità di Tesla Autopilot. Quando i funzionari della DMV gli hanno chiesto se i veicoli elettrici Tesla sarebbero stati completamente autonomi nel 2021, come aveva affermato Musk, la sua risposta ha indicato una chiara smentita. Miguel Acosta, capo della divisione veicoli autonomi di DMV, ha scritto in una nota del 9 marzo 2021 che “CJ afferma che il tweet di Elon non corrisponde alla realtà tecnica”, ha riferito il Los Angeles Times.

✓ Puoi anche controllare:

Apple perde il leader Doug Field a favore di Ford

I resoconti dei media hanno indicato che Apple ha perso alcune reclute chiave negli ultimi anni, tra cui Jaime Waydo, Benjamin Lyon e Dave Scott. Queste persone hanno lavorato in campi come i sistemi di sicurezza, l’ingegneria e la robotica. Ma di gran lunga il colpo più grande è arrivato nel settembre 2021, quando Ford ha confermato che Doug Field, il presunto leader del progetto Apple Car, era rientrato nell’azienda. Field è entrato a far parte di Ford come Chief Advanced Technology and Embedded Systems Officer. Mark Gurman ha sottolineato su Twitter che Field aveva lasciato Apple come quarta persona responsabile del progetto dell’auto elettrica.

Il 24 gennaio 2022, Gurman ha dichiarato in un articolo su Bloomberg che un altro dirigente del team automobilistico Apple se n’era andato. Era Joe Bass, il principale responsabile del programma di ingegneria per i sistemi autonomi. Bass ha ricoperto quella posizione per quasi sette anni (da gennaio 2015 a dicembre 2021) e si unisce a Meta, ex The Facebook, a partire da questo mese. Anche i migliori ingegneri e Michael Schwekutsch, Senior Director of Engineering, Special Projects Group, che secondo quanto riferito sta lavorando al progetto Apple Car, hanno lasciato l’azienda nel 2021.

Un rapporto di Bloomberg pubblicato nel giugno 2021 afferma che Ulrich Kranz ha aderito al progetto Apple Car. Kranz ha precedentemente ricoperto il titolo di “Senior Vice President Product Line i” presso il BMW Group. Durante la sua permanenza presso l’azienda tedesca, due dei suoi successi più importanti sono stati il ​​lancio della BMW i3, la prima auto elettrica prodotta dalla casa automobilistica tedesca, e la BMW i8, l’auto sportiva ibrida.


Dopo 30 anni con il BMW Group, Kranz è stato brevemente CTO dell’azienda presso Faraday Future tra luglio 2017 e ottobre 2017. È entrato in Canoo nel dicembre 2017 come CTO e successivamente è diventato CEO nel settembre 2019. Kranz ha una solida esperienza nel settore automobilistico e una certa esperienza di lavoro con le startup di veicoli elettrici.

Brevetto Apple per Car Access Sharing

Un altro sviluppo generato da Apple l’anno scorso è stato un brevetto che consente ai proprietari di condividere le proprie auto senza rilasciare la chiave. Un rapporto del 17 agosto 2021 su Gizmochina.com afferma che il colosso americano degli smartphone ha depositato un brevetto per una nuova funzionalità di condivisione delle chiavi. Simile alla password monouso, il proprietario consente a un’altra persona di utilizzare la chiave condivisa per utilizzare l’auto una volta, dopodiché il veicolo viene nuovamente bloccato.

Secondo il rapporto, l’auto elettrica di Apple non avrà una chiave fisica e sarà invece gestita tramite l’iPhone. Il brevetto suggerisce che il proprietario non può condividere passcode o credenziali chiave, affidandosi invece al summenzionato framework di password monouso basato su token per condividere l’accesso all’auto per un tempo limitato.

Elon Musk (Tesla) e Herbert Diess (VW) commentano l’auto elettrica Apple

Il ritorno in fase di sviluppo del progetto Apple Car EV accantonato è stata probabilmente la più grande novità tecnologica delle festività natalizie 2020. All’epoca, l’auto elettrica Apple ha attirato l’attenzione di Elon Musk e Herbert Diess, CEO del Gruppo Volkswagen, che hanno espresso le loro opinioni su social media.

Quando gli è stato chiesto di commentare la presunta auto elettrica di Apple su linkedin.com, Diess ha affermato che il Gruppo Volkswagen attende con impazienza nuovi concorrenti, citando il loro potenziale per accelerare la trasformazione dell’industria automobilistica. Ha ribadito la sua opinione che l’azienda più preziosa al mondo continuerà a essere una società di mobilità, che si tratti di Tesla, Apple o del Gruppo Volkswagen.

Esprimendo le sue opinioni sul rapporto di Apple Electric Car di Reuters, Musk ha twittato con una breve spiegazione che una monocella era “elettrochimicamente impossibile”. Ha anche ricordato “i giorni più bui” durante lo sviluppo del Modello Tesla 3 quando aveva contattato il CEO di Apple Tim Cook per offrire Tesla a 1/10 del suo valore attuale ma non gli era stata nemmeno offerta un’offerta.

Informazioni privilegiate da Reuters su Apple Electric Car

Secondo il rapporto Reuters del 21 dicembre 2020, l’auto elettrica potrebbe prendere forma nelle sale di progettazione e sviluppo sotterranee top secret di Apple presso l’Apple Park, il suo nuovo campus “astronave” a Cupertino. L’azienda opera dal 2014 nell’ambito del “Progetto titanio ‘ nel settore automobilistico, ma deve ancora mostrare un concetto o anche uno schizzo come Apple non lo fa.

Tecnologia della batteria per l’auto elettrica Apple: “Monocell” o LFP?

Reuters ha aggiunto che l’Apple Car sarebbe un veicolo elettrico con la tecnologia delle celle della batteria di nuova generazione che è più economica delle attuali batterie agli ioni di litio e offre una maggiore autonomia. Soprannominata la “cella mono”, questo design di celle della batteria è costituito da celle singole più grandi, eliminando la necessità di borse e moduli per alloggiare i materiali della batteria. Descrivendo la tecnologia monocellulare di Apple, una persona all’interno dello sviluppo ha affermato: “Questo è il livello successivo. Come la prima volta che hai visto l’iPhone”.

Secondo il Korea Times, Apple sta anche prendendo in considerazione la chimica delle celle della batteria LFP (litio ferro fosfato), che non è soggetta a surriscaldamento come gli ioni di litio ed è significativamente più economica. Mentre i produttori cinesi di batterie hanno preso il comando nella chimica LFP, le case automobilistiche, tra cui Tesla, offrono la chimica a due celle nei veicoli, a seconda del prezzo e del segmento.

Autonomo e connesso

L’auto elettrica di Apple sarà dotata di tecnologia di guida autonoma, che sarebbe probabilmente una proposta di vendita unica. Apple prevede di procurarsi i componenti necessari, inclusi i sensori lidar, da partner esterni. L’azienda potrebbe dotare l’auto di diversi sensori lidar, inclusi alcuni provenienti da unità sviluppate internamente. A partire dal 2020, Apple iPhone e Apple iPad Pro hanno sviluppato internamente unità lidar, fornendo ad Apple la conoscenza di questo importante elemento della tecnologia di guida autonoma. L’auto elettrica di Apple dovrebbe essere classificata per la guida autonoma di livello 4 SAE, anche se i regolamenti potrebbero inizialmente non consentire l’abilitazione della funzione.

Il progetto dell’auto sarà molto diverso e più complicato rispetto a qualsiasi precedente programma di sviluppo prodotto in Apple. A differenza dell’elettronica di consumo, deve essere testato nel mondo aperto. I prodotti Apple di solito rimangono un mistero fino al D-Day, ma nel caso dell’auto, speriamo di poter vedere i prototipi sulle strade pubbliche molto prima della rivelazione ufficiale.

“Se c’è un’azienda al mondo che ha le risorse per farlo, è probabilmente Apple. Ma allo stesso tempo, non è un cellulare”, ha detto a Reuters un dipendente Apple che ha lavorato a Project Titan. Costruire un’auto è molto diverso, molto più complicato. Una persona a conoscenza degli sviluppi di Apple ha affermato che la società potrebbe finire per sviluppare un sistema di guida autonoma per un’auto solo da una casa automobilistica tradizionale.

Dovrebbe essere presentato intorno al 2025

Apple puntava al 2024 per vedere l’inizio della produzione dell’Apple Electric Car, ma i ritardi legati alla pandemia di COVID-19 potrebbero spingere la tempistica al 2025, secondo il rapporto Reuters sul sistema di guida autonoma pubblicato a dicembre 2020 potrebbe influenzare il programma di rilascio e inviarlo bene nella seconda metà del decennio.

Se un’auto elettrica Apple vede la luce, è ampiamente previsto che un produttore a contratto la produrrà. Apple aveva contattato Magna International per produrre la sua auto in passato, ma le cose non hanno funzionato quando la direzione è diventata poco chiara.



  1. 5
  2. 4
  3. 3
  4. 2
  5. 1
(1 voce, im mittleren: 5 von 5)